Zuffa tra cani, Pietro Figlioli accoltellato sul lungomare di Recco

E' avvenuto ieri mattina sul lungomare Bettolo
E’ avvenuto ieri mattina sul lungomare Bettolo

Ferita lieve per il pallanuotista, illeso il bambino di un anno che aveva in braccio. I passanti bloccano l’aggressore, che aveva cercato di dileguarsi dopo aver gettato il coltello nel torrente.

Una banale lite tra cani degenera in aggressione con coltello. Vittima, Pietro Figlioli, pallanuotista della Pro Recco. Il fatto è avvenuto sul lungomare Bettolo, ieri mattina, attorno alle 11.30, dove il campione si trovava con il proprio cane accanto e il figlio di un anno in braccio. L’aggressore ha tirato una coltellata al mento, ferendo Figlioli in maniera lieve e, per fortuna, senza colpire il bambino. Dopo, ha cercato di scappare dopo aver gettato il coltello nel torrente Recco, ma è stato fermato dai passanti e poi consegnato ai carabinieri: si tratta di un uomo di 54 anni, italiano, con precedenti penali, che è stato arrestato e condotto nel carcere di Marassi. La lama è stata recuperata dal personale della polizia municipale.  Questo il commento del Presidente Maurizio Felugo: “Sono letteralmente senza parole. Sono episodi davvero incredibili; per fortuna nessuno si è fatto male sul serio”.