Zoo degli orrori: chiesti dodici mesi di carcere

Il 20 aprile la sentenza carico del titolare della Superfish. Dodici mesi di carcere: è la richiesta avanzata dal pubblico ministero Gabriella Dotto, del tribunale di Chiavari, a carico del titolare della Superfish di Carasco, la ditta che si occupava di importazione di animali esotici, e che ha finito per creare quello che è stato definito dalla stampa come uno zoo degli orrori. 97 animali erano stati ritrovari morti nelle loro gabbie, a Carasco, resti di rettili, in oparticolare tartarughe, erano stati rinvenuti sepolti nel giardino esterno della sede. La sentenza è attesa per la prossima udienza, fissata al 20 aprile.


Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it