Zoagli commemora oggi le vittime del bombardamento del 1943

Zoagli dopo il bombardamento del 27 dicembre 1943

Messa alle 11 e posa di corone alla lapide con i nomie delle sessanta vittime del 27 dicembre.

Oggi, invece, Zoagli commemora i circa sessanta caduti civili del bombardamento che devastò la città proprio il 27 dicembre, del 1943. “Il municipio, la Chiesa parrocchiale, l’ospedale civico e numerose case furono distrutte dalle bombe che causarono anche numerosi morti – ricorda il sindaco, Franco Rocca -. L’obiettivo di tale incursione degli anglo-americani pianificata dalla RAF era il ponte della linea ferroviaria Genova-La Spezia per ostacolare la ritirata dei tedeschi, anche se ormai aveva perso rilevanza strategica dato che tale linea era stata interrotta in più punti e, in particolare, era stato completamente distrutto il ponte ferroviario di Recco nel Golfo Paradiso”. In programma vi è la messa delle 11 nella chiesa di San Martino, con benedizione delle corone di alloro che verranno poi poste sotto il ponte ferroviario, alla lapide con i nomi delle vittime.