Voto Fincantieri, esulta il Pdl

Il coordinatore regionale del Pdl Scandroglio

Il coordinatore regionale Michele Scandroglio sottolinea che salvare lo stabilimento significa salvare un indotto di 2.000 famiglie. Gino Garibaldi parla invece di “buon senso dei lavoratori”.

I primi commenti al voto dei lavoratori della Fincantieri sono targati Pdl. “E’ la conferma che gli interessi dei lavoratori non possono essere piegati a logiche di parte”, afferma il coordinatore regionale del partito Michele Scandroglio, che aggiunge: “Salvare Riva Trigoso vuol dire salvare anche un indotto di 2.000 famiglie che guardavano con preoccupazione a quanto stava accadendo”.
Soddisfatto dell’esito del referendum anche il consigliere regionale, sempre del Pdl, Gino Garibaldi, che dichiara: “Il buon senso dei lavoratori ha prevalso su ogni altro tipo di logica purtroppo anche strumentale. Il voto positivo dimostra che l’accordo per il comparto militare di Fincantieri mette la parole fine alle incertezze dei mesi scorsi sul cantiere di Riva Trigoso e traccia un percorso ben definito che struttura la divisione militare rafforzando l’asse Riva-Muggiano”.