Villa Azzurra, dibattito in Regione: ancora non c’è la convenzione

Dibattito in Consiglio Regionale su Villa Azzurra

Giacomo Conti (Fds) ha chiesto che l’attività della clinica sia ricollocata nell’alveo pubblico, mentre Roberto Bagnasco (Pdl) si è detto preoccupato. Montaldo ha spiegato che è in corso un confronto.

Si è discusso della convenzione relativa a Villa Azzurra di Rapallo oggi in Consiglio Regionale. Giacomo Conti della Federazione della Sinistra ha chiesto per quali ragioni l’attività cardiologica svolta da Villa Azzurra non possa essere ricollocata nell’alveo pubblico e se l’eventuale attività protesica svolta da Villa Azzurra non sia in contrasto con il piano sanitario regionale. Conti ha inoltre sottolineato che la nuova convenzione prevedrebbe un budget per attività già svolte dagli ospedali di San Martino e Rapallo. Di segno opposto l’interrogazione di Roberto Bagasco del Pdl che si è detto preoccupato del fatto che non si è ancora avuto notizia del rinnovo della convenzione. L’ex sindaco di Rapallo ha fra l’altro ricordato che nella struttura lavorano 115 dipendenti. Nella sua risposta l’assessore alla salute Claudio Montaldo ha spiegato che si sta lavorando ad una proroga del contratto triennale scaduto nel 2010: “Confermiamo la collaborazione con la struttura – ha detto Bagnasco – pur in un’ottica di riduzione del budget”. Per il triennio 2012-2014 si valuta dunque un accordo per la cardiochirurgia, che difficilmente sarà allargata all’endoscopia vascolare, mentre in merito all’ortopedia Montaldo ha detto che “la proposta va approfondita con molta attenzione”.