Ventisei lavoratori in nero scoperti dalla Guardia di Finanza

guardia di finanza
La guardia di finanza ha effettuato i controlli

In questi giorni, le Fiamme Gialle hanno visitato 23 imprese tra Genova e provincia, trovando in otto di esse lavoratori irregolari. In particolare, un attività di servizi di istruzione ed una di consulenza in materia di sicurezza.

Trentadue lavoratori non in regola sotto le varie normative previdenziali ed assicurative sono stati scoperti dalla Guardia di finanza con i controlli eseguiti a Genova ed in tutta la provincia. In particolare, nei giorni scorsi, le Fiamme Gialle hanno visitato 23 imprese, trovando in 8 di esse qualcosa che non andasse. Dei 32 lavoratori, 26 operavano completamente in nero: 12 in una attività di servizi di istruzione, 11 divisi in quattro ristoranti, 6 in una attività di consulenza in materia di sicurezza, 2 in un bar, 1 in una panetteria. Come spiegano dalla Finanza, “gli elementi acquisiti nel corso degli interventi operativi nei luoghi di lavoro saranno ora sviluppati, in modo integrato, ai fini previdenziali-assicurativi e contestualmente sotto il profilo strettamente tributario”.