Val Cichero, ampliamento dei cimiteri e sconto sulla Tari

Val Cichero
Un panorama della Val Cichero

La giunta di San Colombano Certenoli ha approvato la delibera che esenta dal pagamento trattorie e agriturismi per i due mesi di chiusura della provinciale 42. In consiglio discussione sulla necessità di loculi a Celesia e Cichero.

Il consiglio comunale di ieri sera a San Colombano ha approvato il rendiconto di bilancio 2017, con un avanzo di circa 100mila euro, che l’amministrazione di Giovanni Solari destinerà, almeno per quanto potrà essere svincolato dal patto di stabilità, ad opere di manutenzioni varie sul territorio. Intanto, una delibera di giunta stabilisce uno “sconto” sulla Tari, la tassa sulla spazzatura, per le imprese ricettive, trattorie e agriturismi, della Val Cichero, che non dovranno versare la quota relativa a marzo e aprile, i due mesi vissuti con la provinciale 42 chiusa. Sempre in tema Val Cichero, in consiglio, il gruppo di minoranza di “Territorio e sviluppo”  fa sapere di aver “richiesto la realizzazione urgente di nuovi loculi nel cimitero di Celesia e in quello di Cichero. Ci è stato risposto – proseguono i consiglieri di opposizione – che per Celesia i progetti sono pronti e presto si dovrebbe intervenire, su quello di Cichero si può ora procedere con i progetti”.