“Un’area demaniale per riunire i cavalli bradi di Aveto, Graveglia e Sturla”

Cavalli bradi a Giacopiane
Cavalli bradi a Giacopiane

La proposta del presidente del consiglio regionale, Francesco Bruzzone: un grande recinto, con gestione assegnata all’Ente Parco dell’Aveto. Occorre però individuare l’area.

Riunire i cavalli bradi delle valli Aveto, Graveglia e Sturla in una grande area recintata con bande elettrificate, in modo che non creino problemi agli agricoltori e siano facilmente raggiungibili da chi, invece, li vuole vedere: è la proposta lanciata dal presidente del consiglio regionale, Francesco Bruzzone, ieri sera, a Ne. Secondo Bruzzone, i circa 150 cavalli bradi possono essere gestiti dall’Ente Parco dell’Aveto: il punto rimane trovare un’area demaniale adatta allo scopo.