Un esercito contro la tariffa della depurazione pagata nella bolletta dell’acqua

Acqua troppo cara secondo migliaia di persone

La Consugens, associazione di tutela del consumatore, vuole il rimborso degli utenti di Rapallo, dove non esiste depuratore: hanno aderito mille condomini per 18mila utenze, commercianti e balneari.

E’ una causa davvero imponente, quella promossa dalla Consugens, associazione di tutela dei consumatori, nei confronti di Ireti, per chiedere il rimborso della quota di depurazione delle acque, per gli utenti di Rapallo, dove il servizio di depurazione non è presente. Le cause sono promosse attraverso lo studio legale Alberti di Massa. “Abbiamo stretto accordi con 14 amministratori condominiali, l’Ascom e Assobalneari di Rapallo – spiega Andrea Maggiali, presidente Consugens – quindi rappresentiamo più di mille palazzi, per 18mila utenze domestiche, oltre agli associati di Ascom e Assobalneari”. Le cause pilota, già promosse da Consugens, saranno discusse a luglio e, conclude Maggiali, potrbbero andare a sentenza per ottobre.