Un consiglio straordinario sul porto

porto
La diga foranea di Santa Margherita danneggiata il 29 ottobre

I gruppi di opposizione di Santa Margherita vogliono discutere della procedura per l’archiviazione del progetto della Santa Benessere e presentano dubbi su come è stata assegnata la progettazione per sistemare la diga.

A Santa Margherita, questa mattina, i gruppi di opposizione Insieme-Santa nel Cuore, La Voce della Città e Progetto per Santa, hanno protocollato la richiesta per la convocazione di un consiglio comunale in cui discutere del porto, all’indomani dell’annuncio dell’archiviazione della proposta della Santa Benessere e nella prospettiva dei lavori di ripristino.   ed avere chiarimenti in merito alle ultime decisioni prese dalla Giunta Comunale  circa il futuro del porto cittadino. Secondo i gruppi di minoranza, però, proprio la progettazione dei lavori alla diga di sopraflutto presenta dei difetti, perché, con un importo appena inferiore alla soglia dei 150mila euro, che avrebbe imposto una gara, “è stata affidata all’Ing. Paolo Turbolente dello studio Acqua Tecno, già progettista della Santa Benessere & Social, la progettazione del ripristino del molo” ma “sono stati contattati due soggetti progettisti” e non tre come avrebbe previsto la legge.