Tutti preoccupati dai tagli e dalla città metropolitana

Il taglio del nasto a Lumarzo

Il duplice tema tiene banco negli interventi di oggi, all’inaugurazione del palazzo municipale di Lumarzo. Fossati: “Con Genova tutti i 67 Comuni dell’attuale Provincia”. Mondello: “La città metropolitana non deve spaventare”.

Invece, oggi all’inaugurazione del palazzo municipale di Lumarzo, tanti sono stati i riferimenti ai tagli dei fondi agli enti locali, all’obbligo, per i Comuni più piccoli, di unificare la gestione di alcune deleghe, all’incertezza legata alla nascita della città metropolitana. Il commissario straordinario della Provincia, Piero Fossati, ha confermato che “tutti i 67 Comuni dell’attuale Provincia confluiranno nella città metropolitana e dovranno assumere parte delle competenze provinciali”. Secondo il deputato Udc Gabriella Mondello, “i  mutamenti in atto, pur destando legittime perplessità, devono essere accolti con spirito collaborativo: la città metropolitana deve essere vista come una risorsa e non come un pericolo”.
Quanto alla Fontanabuona, l’assessore Giovanni Boitano ha ricordato che “nell’agenda del presidente e della giunta figurano una serie di adempimenti, vedi la pianificazione tecnico ambientale del territorio, per arrivare entro l’autunno alla redazione del progetto definitivo del traforo Rapallo – Fontanabuona e alla pianificazione del trasferimento della Lames in località Quartaie”.