Turismo, Orio: “Su Expo 2015 siamo ancora indietro”

Franco Orio, presidente del consorzio Portofino Coast
Franco Orio, presidente consorzio Portofino Coast

Buona parte della recettività eccedente le possibilità di Milano sarà coperta dal Piemonte, “ma da noi ci potranno essere effetti evidenti. Speriamo a carattere duraturo e non solo per il 2015”.

L’intervento di Franco Orio, questa mattina, all’interno del nostro programma “RadioAzione” è mosso dall’incontro di sindaci e categorie, ieri pomeriggio, alla Società Economica di Chiavari, con l’assessore regionale al Turismo, Angelo Berlangieri, dedicato ad Expo 2015.

Parliamo di Expo 2015. Quali sono le opportunità che questo importantissimo evento può offrire per il turismo del nostro Paese?

“Mancano circa 450 giorni all’inizio di Expo 2015, ma non c’è ancora molta chiarezza su quello che effettivamente questo evento di portata mondiale può rappresentare per il nostro Paese, e in particolare per la nostra economia turistica.A dire il vero, guardando il cantiere aperto a Milano, nell’area destinata alla grande esposizione, sembra quasi impossibile che tutto possa essere pronto in tempo, e che come Paese Italia possiamo ancora una volta farcela a fare una bella figura.Almeno nelle previsioni l’Expo ha certamente dei numeri significativi.Investimenti miliardari sul territorio, nuovi posti di lavoro, migliaia di eventi previsti, progetti di carattere mondiale nel campo dell’alimentazione, della sostenibilità e dell’energia ( tempi centrali dell’esposizione), circa 141 Paesi già accreditati ( degli oltre 180 previsti), circa 20 milioni di ingressi previsti nei 6 mesi di esposizione etc…

Come si sa Expo è un’Esposizione Universale di natura non commerciale ( quindi non è una fiera) a cui partecipano le nazioni invitate per Canali Diplomatici dal Paese Ospitante. E’ quindi un’occasione di incontro e condivisione che permette ai visitatori di conoscere e sperimentare le maggiori novità sul tema universale proposto che, come tutti sanno, è NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA PER LA VITA, un tema quanto mai ambizioso e importante. E’ anche e soprattutto un’imperdibile occasione per promuovere le eccellenze del nostro Paese. Da tempo circolano studi e previsioni sulla capacità di Expo 2015 di attrarre turismo, e certamente l’attrazione turistica di Expo 2015 rafforzerà i normali flussi turistici verso il nostro Paese creandone di nuovi. Sappiano che i principali TO internazionali hanno confermato la volontà di attivare pacchetti turistici ad hoc per questo evento e che i flussi turistici dall’estero saranno molto interessanti.

Sappiano anche però’ che Milano e i territori limitrofi offrono oltre 500.000 posti letto e naturalmente sono già state messe in campo strategie mirate a supportare Expo nello sviluppo di pacchetti turistici per l’occasione . La città di Milano è raggiungibile in meno di 3 ore di treno o auto dalla maggior parte delle destinazioni del Nord Italia , dalle quali sono previsti ingenti flussi di visitatori. La domanda in eccesso sarà assorbita in buona parte dalle provincie piemontesi , che hanno attivato speciali sinergie per sfruttare al massimo la vicinanza che Milano, mettendo a disposizione oltre 30.000 posti letto al giorno solo nel comparto alberghiero. Naturalmente anche la nostra Regione, in quanto regione limitrofa e naturale sbocco al mare della Lombardia, puo’ giocare un ruolo importante in questa partita .

Per gestire questo flusso di visitatori, è stata creata dalla Regione Lombardia Explora , una sorta di agenzia di promozione turistica, dai contorni per il momento abbastanza indefiniti, nata per promuovere Milano, la Lombardia e tutto il territorio nazionale, che dovrebbe coordinare le iniziative di carattere turistico rivolte all’Expo”.

Quali sono le opportunità che si presentano per il turismo Ligure e delle nostra Regione?

“Sappiamo che la nostra Regione sara’ protagonista all’interno del padiglione Italia. Gli eventi della Liguria saranno aperti da un grande spettacolo pirotecnico. Ci sarà inoltre la possibilità di incontri B2B attraverso un ufficio di rappresentanza che sarà attivato all’interno dell’esposizione per un certo periodo. A questo si affiancherà un’attività di comunicazione e promozione con l’obiettivo ambizioso di far percepire che la Liguria rappresenta una delle eccellenze dell’Italia e del Mondo. La stessa Regione si è attivata per creare una partecipazione all’interno di Explora, l’agenzia incaricata di veicolare e distribuire il prodotto turistico e ai canali che cureranno la distribuzione online delle proposte di viaggio e soggiorno per la nostra Regione. I dettagli di questa attività, le azioni che gli operatori potranno concretamente mettere in campo e le reali opportunità per il nostro turismo non sono però’ ancora del tutto chiari e definiti e dovranno essere approfonditi ulteriorimente. L’incontro avvenuto ieri sera a Chiavari con l’Assessore Berlangieri è stato particolarmente utile per fare il punto della situazione e aggiornarci sull’avanzamento dei lavori,ma ci sono ancora molte cosa da capire e da fare.

Ci auguriamo che Expo possa rappresentare un’occasione per mettere in campo sinergie, iniziative e risorse capaci di far crescere la nostra destinazione con effetti non limitati a questo evento, ma duraturi nel tempo”.