Turismo nel Tigullio: un’estate memorabile quella del 2011

Il Tigullio resta un magnete per i turisti

Aumentano sia gli arrivi (+7,54%) che le presenze (+6,54%). Il Tigullio piace sempre di più agli stranieri, francesi e tedeschi in prima fila. Bene gli alberghi, benissimo le strutture extra alberghiere.

A dispetto della crisi, sono confortanti i dati che arrivano per il settore del turismo nel Tigullio. Rispetto al 2010, nei mesi di luglio, agosto e settembre gli arrivi sono cresciuti del 7,54% e le presenze del 6,54%, con oltre 200.000 arrivi sulla costa nei tre mesi estivi. Sono gli stranieri, in particolare, a far registrare incrementi a doppia cifra: +13,35% gli arrivi e +14,53% le presenze. Gli italiani, circa il 47% degli arrivi totali, restano stabili e la Lombardia si conferma sempre il primo bacino di domanda turistica verso il nostro comprensorio. Tra gli stranieri al primo posto ci sono i francesi, seguiti dai tedeschi. In consistente aumento anche arrivi e presenze dei turisti statunitensi. Nel Tigullio cresce molto bene il settore alberghiero, con un +6% sia sul fronte delle presenze che su quello degli arrivi; ottimi infine i risultati delle strutture extra alberghiere, che raccolgono il 21% degli arrivi complessivi e fanno registrare un +12,66% relativamente agli arrivi ed un +6,40% sul fronte delle presenze.