Tunnel della Fontanabuona: Muzio e Rosasco contro Raffaella Paita

Il consigliere regionale Claudio Muzio
Il consigliere regionale Claudio Muzio

Il consigliere regionale di Forza Italia garantisce che per la Regione l’opera è prioritaria. Il presidente del comitato pro tunnel attacca l’ex assessore: “Poteva agire quando ne aveva potere”.

Si torna a parlare del tunnel della Fontanabuona. Un tema che negli ultimi tempi era sparito dal dibattito politico, come lamentato da Marisa Bacigalupo, presidente del Gal, in chiusura di Expo Fontanabuona. Subito dopo era arrivata la presa di posizione di Raffaella Paita, già assessore regionale, ed attualmente capogruppo del PD in Regione, la quale aveva ricordato l’impegno per realizzare l’infrastruttura della giunta Burlando, accusando l’amministrazione Toti di aver dimenticato il progetto. Ribatte oggi Claudio Muzio, consigliere regionale di Forza Italia: “Il tunnel è stato inserito tra gli investimenti pubblici prioritari per la Regione il 18 settembre 2015. L’opera è ritenuta strategica per lo sviluppo economico della nostra terra. C’è un progetto da 350 milioni, il nodo aperto è quello dei reperimento delle risorse. La volontà è in ogni caso quella di portare avanti l’opera e sono del tutto fuori luogo le dichiarazioni di Raffaella Paita”. Si scaglia contro l’ex assessore anche Giansandro Rosasco, presidente del comitato pro tunnel: “Poteva lei stessa agire quando ne aveva potere – attacca Rosasco – Abbiamo assistito all’ennesimo spreco di risorse pubbliche per un progetto milionario che sappiamo già svanirà nel nulla. Se vuole impegnarsi davvero dia una telefonata al Presidente del Consiglio, del suo stesso partito”.