Truffe agli anziani: attenzioni ai falsi operatori sanitari

Falsi operatori Asl truffano gli anziani
Falsi operatori Asl truffano gli anziani

E’ l’Asl 4 Chiavarese a lanciare l’allarme a seguito di alcune segnalazioni ricevute negli ultimi giorni. L’invito è sempre lo stesso: non aprire la porta agli estranei ed avvertire le forze dell’ordine.

Attenzione alle truffe da parte di finti operatori sanitari. A lanciare l’allarme questa volta è direttamente l’Asl 4 Chiavarese. I truffatori si qualificano come operatori Asl, telefonano o si presentano direttamente a casa di persone anziane ed iniziano a fare domande sullo stato patrimoniale e pensionistico delle persone contattate. Paventano quindi la possibilità di ottenere eventuali pensioni di invalidità e chiedono di visionare e firmare documenti. Diversi episodi di questo tenore sono stati segnalati negli ultimi giorni. La smentita dell’Asl 4 è decisa: “Non sono nostri dipendenti”. Gli operatori dell’Asl infatti si presentano eventualmente sempre con tesserino con fotografia e vanno a domicilio solo in casi particolari e comunque concordati. Assistenza a domicilio, servizio protesica e visite domiciliari per l’accertamento dell’invalidità civile, questi i casi in cui un operatore sanitario può presentarsi a domicilio, scaturiscono sempre dalla richiesta dell’interessato. In caso di visite sospette, pertanto, è bene avvertire le forze dell’ordine e la stessa Asl.