Truffa, furto, ricettazione, lesioni e omissione di soccorso: denunce a raffica nel Tigullio

carabinieri
Dieci denunce da parte dei carabinieri in poche ore

Giornate di super lavoro per i carabinieri di Rapallo e Sestri Levante, che nelle ultime ore hanno denunciato complessivamente dieci persone.

I carabinieri di Rapallo hanno denunciato per truffa in concorso un 42enne di Catania ed un 43enne di Savona. I due hanno incassato, tramite un bonifico bancario, 48mila euro per l’acquisto di bit-coin, ma la criptovaluta era inesistente.

I carabinieri di Sestri Levante hanno invece denunciato sei persone per lesioni personali aggravate e omissione di soccorso. I sei hanno età comprese fra i 25 ed i 53 anni, quattro sono toscani, uno della Spezia ed uno di Sestri Levante: lo scorso 27 agosto avrebbero malmenato per futili motivi un 49enne in Viale Mazzini, poi medicato con una prognosi di 20 giorni al pronto soccorso di Lavagna. Ai sei è stato anche notificato l’ordine di allontanarsi dal territorio comunale.

I carabinieri di Sestri Levante hanno anche denunciato un 35enne della provincia di Foggia con l’accusa di ricettazione e possesso di oggetti atti ad offendere. L’uomo è stato sorpreso ieri sera nei pressi della stazione ferroviaria in possesso di un martelletto frangivetro in uso esclusivo alle Ferrovia dello Stato.

Sempre i carabinieri di Sestri Levante, infine, hanno denunciato per furto in abitazione un 33enne che, due sere fa, approfittando di una porta lasciata aperta, si era introdotto in un’abitazione di Via delle Americhe per rubare un cellulare. L’uomo era stato poi bloccato un’ora dopo dai carabinieri nei pressi della propria abitazione. Il cellulare è stato restituito al proprietario.