Trovato con nove chili di stupefacenti patteggia 3 anni e 2 mesi

La condanna è frutto di un patteggiamento

Se l’è cavata con una condanna tutto sommato mite il 28enne di Mezzanego arrestato nel mese di marzo: nascondeva marijuana e hashish tra il fienile e la conigliera. Ora è ai domiciliari.

E’ stato condannato a tre anni e due mesi di carcere il 28enne di Mezzanego arrestato lo scorso mese di marzo perché trovato in possesso di un vero e proprio magazzino di sostanze stupefacenti. Nei pressi dell’abitazione del giovane, una casa di campagna, tra il fienile e la conigliera, i militari avevano trovato 8,5 kg di marijuana e 270 grammi di hashish. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori il giovane, incensurato, sceglieva solo clienti facoltosi, in grado di acquistare quantitativi importanti di stupefacente. Diversa la tesi della difesa, secondo la quale il 28enne era solo un “custode incauto” della droga. Ieri è arrivata la condanna a tre anni e due mesi, frutto di patteggiamento: una pena tutto sommato lieve considerato l’alto quantitativo di stupefacente ritrovato. Il giovane ora è agli arresti domiciliari.