Troppe olive: un limite alla discesa del prezzo

Iniziativa di tutela del marchio dop messa in atto dal relativo Consorzio. Anche nel Levante l’annata si presenta ottima per quantità e qualità. Sarà un’ottima annata, per l’olio ligure ed in particolare quello della Riviera di Levante. Alle prime battute della stagione produttiva, infatti, le olive presentano una resa elevata di olio e l’assenza sostanziale della mosca olearia ha consentito quest’anno una crescita delle olive stesse in quantità e qualità. Lo ha detto in diretta ai nostri microfoni Francesco Bruzzo, presidente del consorzio per la tutela dell’olio dop della Liguria. Ancora più consistente la produzione nella zona dell’imperiese, con il rischio di un abbassamento dei prezzi che danneggerebbe, invece, i coltivatori di altre zone: “Chi vorrà il marchio dop dovrà attenersi, allora, ad un patto di filiera che come consorzio abbiamo stabilito – spiega Bruzzo -. Il tetto è rappresentato dai 14 euro alla quarta, con una resa preventivata al 20%”.


Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it