Tribunale, si lavora anche per l’allargamento della circoscrizione

L'ingresso del Palazzo di giustizia

Le ragioni contro la chiusura esposte ieri dal comitato ai funzionari del Ministero della Giustizia. La relazione sui taglia sarà sul tavolo del ministro entro metà giugno.

I funzionari del Ministero della Giustizia hanno promesso ieri, alla delegazione del comitato “Salva il tuo Tribunale” giunta a Roma dal Tigullio, che le peculiarità della giurisdizione del Tigullio, con il nuovo Palazzo di Giustizia che annulla i costi di affitto, entreranno a far parte della relazione che verrà consegnata, entro la metà di giugno, al ministro Paola Severino e al Governo in genere. Sulla base di quella relazione, la politica dovrà prendere le decisioni definitive su quali Tribunali sopprimere, nell’ottica del contenimento della spesa pubblica. “La mia personale impressione – racconta Gabriele Trossarello, presidente del comitato – è che i funzionarari del Ministero puntino ad un modello ideale di Tribunale di dimensioni ben superiori a quelle del nostro”. Così, nel colloquio di ieri, la delegazione del Tigullio ha puntato fortemente anche sulla proposta di allargare la giurisdizione di Chavari, includendovi il Golfo Paradiso e parte della provincia spezzina.