Tribunale di Chiavari, Cgil: “Difendere il diritto del Tigullio a sopravvivere”

Cgil in difesa del tribunale e del Tigullio

La Cgil interviene ancora sulla soppressione del tribunale di Chiavari decisa dal Governo: “I parlamentari difendano il diritto a costruire una famiglia e fare dei figli nel Tigullio, nuovamente colpito sul fronte attrattività e competitività”.

Proseguono le polemiche e le iniziative a seguito della la decisione del Governo di sopprimere il tribunale di Chiavari: “Il Tigullio – dice Mauro Roverano per la Cgil Tigullio – Golfo Paradiso – perde un altro pezzo della sua capacità di essere territorio attraente e competitivo per gli investimenti produttivi: oltre ai circa 13 milioni di euro di reddito persi per cassa integrazione, mobilità,c ontratti a termine più brevi e un aumento sensibile del lavoro nero nel triennio 2010 – 2012, ne potremo perdere altrettanti nei prossimi anni”. La Cgil chiede quindi l’intervento dei parlamentari liguri e del territorio: “Facciano fare valere il diritto a sopravvivere del Tigullio come luogo non solo per pensionati a volte agiati, ma anche come territorio per costruire una famiglia e fare dei figli”. E il discorso del tribunale si inserisce per il sindacato in quello più ampio della sicurezza: “Insieme al tribunale verranno ulteriormente ridotte le forze dell’ordine, creando una contraddizione macroscopica – prosegue Roverano – un territorio con una percentuale di anziani sull’intera popolazione tra le più alte (se non la più alta d’Europa), una richiesta crescente di assistenza, sicurezza e servizi senza che in prospettiva ci siano le risorse, vista la moria di posti di lavoro e di prospettive di reddito. Per questo la Cgil insieme al sindacato pensionati e al Silp dopo il 20 agosto organizzerà presidi e raccolte di firme nei principali comuni”.