Trecento telecamere nel territorio di Sestri Levante

A quota 300 le telecamere per la videosorveglianza nel territorio di Sestri Levante

Sicurezza in primo piano per l’amministrazione Ghio. Nuovi occhi elettronici sono stati installati in diverse zone della città.

Arriva a trecento il numero di telecamere di videosorveglianza nel territorio di Sestri Levante. Le ultime sono state posizionate in viale Roma, Riva Trigoso, San Bartolomeo, via Val di Canepa, incrocio Barattieri, al parco Mandela, dal ponte Serlupi, dal casello autostradale, in via Sara, sul lungomare, in caruggio,  in viale Dante. “Non possiamo certo dire che Sestri Levante non sia una città sicura – dice il sindaco Valentina Ghio – ma è comunque importante non fare scendere l’attenzione sul tema della sicurezza, lavorando a continui miglioramenti del sistema che abbiamo impostato e che a oggi si è dimostrato un valido aiuto anche nella risoluzione di diversi casi. Il rapporto di collaborazione instaurato dal Comune anche attraverso la polizia municipale con le altre forze dell’ordine ha spesso consentito l’identificazione dei responsabili di furti, danneggiamenti e altre tipologie di reato”. Intanto il Comune nei prossimi giorni effettuerà lo scavo per l’inserimento di un cavidotto in via della Chiusa per consentire il raggiungimento del sito della scuola di Via Val di Canepa dove è prevista l’installazione di ulteriori due telecamere, a cui se ne aggiungeranno una all’incrocio tra via della Chiusa e via Val di Canepa e altre due nella strada di via Pilade Queirolo. È inoltre di prossima realizzazione la copertura in fibra ottica del tratto di strada dalla ferramenta “Barattieri” fino a Trigoso all’altezza della piazzetta all’inizio dell’area pedonale.