Tre passi chiusi nell’entroterra: colpa della neve e delle bufere di vento

Neve e ghiaccio creano problemi sulle strade

Viabilità interdetta al Passo del Pescino, al Passo del Tomarlo ed al Passo del Biscia. Chiusa anche la provinciale del Monte Penna. Giù utilizzate più di 3.000 tonnellate di sale sulle strade.

Sono tre i passi del nostro entroterra al momento chiusi al transito per il maltempo. Si tratta del Passo del Pescino, sulla provinciale 72 di Alpepiana tra l’alta Val Graveglia e la zona piacentina di Ottone, del Passo del Tomarlo, sulla provinciale della Val di Nure, tra l’Aveto e il parmense, e del Passo del Biscia, dove la strada è transitabile fino alle ultime abitazioni, ma non sul valico, anche perché il successivo tratto spezzino verso Varese Ligure è chiuso. Ricordiamo inoltre anche la chiusura degli ultimi sei chilometri della provinciale 75 del Monte Penna, in Comune di Santo Stefano d’Aveto. Il problema, dopo la neve caduta negli ultimi giorni, è rappresentato dalle bufere di vento, che continuano a formare cumuli bianchi, alti diversi metri, sui tratti più alti ed esposti delle carreggiate di montagna. Da venerdì scorso sono in azione cento mezzi della Provincia per gli sgomberi della neve e lo spargimento del sale sulle carreggiate: al momento ne sono già state impiegate più di 3.000 tonnellate.