Trasporti, Vesco respinge le accuse dei pendolari

Ancora polemiche sul trasporto pubblico

I pendolari protestano contro gli annunciati tagli e puntano il dito contro la Regione: “Non riescono a far pressione sul Governo e ripiegano su di noi invece di far fronte comune”.

E’ dura la replica dell’assessore regionale ai trasporti Enrico Vesco nei confronti delle associazioni di pendolari in protesta contro l’annuncio dei taglio al trasporto pubblico locale nel 2012. “Attacchi strumentali” afferma l’assessore Vesco, riferendosi ad “alcune associazione che non perdono occasione per attaccare la Regione”. Per l’assessore l’ente è il capro espiatorio della situazione: le associazioni, non riuscendo a far pressione sul Governo, ripiegano accusando la Regione, “invece di cercare di fare fronte comune”. “Non abbiamo fondi sufficienti e se le cose rimarranno così, i tagli del Governo saranno pagati direttamente dai cittadini”. “La Liguria non fugge, il bilancio 2012 non è ancora stato varato – conclude l’assessore – se la riduzione si rivelerà inevitabile, convocheremo ancora tavoli di confronto con i pendolari e i consumatori per discuterne insieme”.