Trans 26enne condannato a due anni e otto mesi di carcere

Di origini brasiliane, ma residente a Sestri Levante, era accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e della prostituzione.Due anni ed otto mesi di carcere, più una multa di 24.000 euro: questa la condanna inflitta dal Tribunale di Chiavari ad un transessuale 26enne, di origini brasiliane ma residente a Sestri Levante, finito sotto processo con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e della prostituzione. Il pubblico ministero aveva chiesto tre anni di carcere. Secondo l’accusa il trans avrebbe favorito l’ingresso in Italia di alcune prostitute romene e brasiliane, poi attive in Toscana. Il 26enne è stato invece assolto dall’accusa di estorsione.

Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it