Tragedia nei boschi di Lumarzo, 68enne precipita in una scarpata e muore

Anche i pompieri hanno partecipato alle ricerche
Anche i pompieri hanno partecipato alle ricerche

L’uomo si chiamava Albano Crocco e viveva in località Craviasco. Era uscito in mattinata per cercare funghi. Nel pomeriggio la moglie ha lanciato l’allarme. Il suo corpo, decapitato, è stato trovato in un fondo ad una scarpata di 50 metri.

Un uomo di 68 anni, Albano Crocco, è stato trovato morto nel tardo pomeriggio di ieri nei boschi di Lumarzo. L’uomo, che era uscito in mattinata per andare a cercare funghi, viveva in località Craviasco. Nel pomeriggio la moglie, non vedendolo tornare a casa, avvertiva i soccorsi. Sul posto arrivavano carabinieri, vigili del fuoco e forestale ed iniziavano le ricerche. Intorno alle 19 venivano ritrovati cellulare e portafogli. Poi, in fondo ad una scarpata, il corpo dell’uomo. Fra l’altro, decapitato. L’uomo è precipitato per 50 metri e per lui non c’è stata possibilità di salvezza. Sono in corso le indagini per accertare la dinamica di quanto accaduto, al momento la tesi che prevale è quella di un tragico incidente.