Tragedia di Lumarzo, si indaga anche per omicidio

Indagano i carabinieri
Indagano i carabinieri

Sul corpo del 68enne, trovato decapitato in fondo ad una scarpata, sarebbero stati trovati segni di arma da fuoco, compatibili con un fucile da caccia.

Un uomo di 68 anni, Albano Crocco, è stato trovato morto nel tardo pomeriggio di ieri nei boschi di Lumarzo. L’uomo, che era uscito in mattinata per andare a cercare funghi, viveva in località Craviasco. Nel pomeriggio la moglie, non vedendolo tornare a casa, avvertiva i soccorsi. Sul posto arrivavano carabinieri, vigili del fuoco e forestale ed iniziavano le ricerche. Intorno alle 19 venivano ritrovati cellulare e portafogli. Poi, in fondo ad una scarpata, il corpo dell’uomo. Fra l’altro, decapitato. L’uomo è precipitato per 50 metri. In un primo si è pensato ad un tragico incidente, ma nella notte si è fatta strada un’altra ipotesi, quella dell’omicidio. Secondo quanto riportano questa mattina diverse testate online, infatti, sul corpo del 68enne sarebbero stati rinvenuti i segni di un colpo d’arma da fuoco a pallini. Segni compatibili, sembrerebbe, con quelli di un fucile da caccia.Conduce le indagini il sostituto procuratore Silvio Franz. La decapitazione potrebbe essere avvenuta dopo il ferimento, con un’arma da taglio.