Tigullio, ricattato per 3 anni: versa agli estorsori 300mila euro

polizia
Coinvolto nelle indagini il commissariato di Rapallo

Quattro persone arrestate all’alba in provincia di Napoli dopo l’indagine della Procura di Genova e della polizia: attiravano malcapitati attraverso profili social falsi di belle ragazze.

Estorsioni on-line: un abitante del Tigullio Occidentale si è fatto ricattare per tre anni, versando la bellezza di 300mila euro agli estorsori. La vicenda emerge a seguito dell’indagine della Procura della Repubblica di Genova, con la Squadra Mobile del capoluogo e il commissariato di polizia di Rapallo, nel cui territorio di competenza si trovava, appunto, uno dei due ricattati dall’organizzazione sgominata in questa occasione. A seguito dell’indagine e dell’ordinanza emessa dal Gip di Genova, infatti, sino state arrestate, stamattina all’alba, quattro persone, tutte in provincia di Napoli. Questi creavano profili falsi su un social network, abbinando all’identità fittizia le foto di ragazze di bell’aspetto. Dopo, ricontattavano coloro che avessero avuto contatti di un certo tipo con questi profili, spacciandosi per appartenenti alle forze dell’ordine, dicendo loro che la ragazza contatta fosse minorenne e facendosi consegnare denaro per evitare una denuncia. Forte di una invidiabile disponibilità di denaro, la vittima residente nel Tigullio ha appunto versato agli aguzzini 300mila euro. L’altro ricattato è un commerciante della provincia di Pavia.