Tigullio Possibile: “Il Comune di Lavagna deve essere commissariato subito”

Matteo Brugnoli, portavoce di Tigullio Possibile
Matteo Brugnoli, portavoce di Tigullio Possibile

“E’ vergognosa e surreale la posizione della maggioranza dell’amministrazione comunale di Lavagna che, incurante dell’arresto del sindaco e di un consigliere comunale, vuole proseguire con il vice sindaco indagato per gli stessi reati contestati ai reclusi”

“E’ vergognosa e surreale la posizione della maggioranza dell’amministrazione comunale di Lavagna che, incurante dell’arresto del sindaco e di un consigliere comunale, vuole proseguire con il vice sindaco indagato per gli stessi reati contestati ai reclusi”. A dirlo è Matteo Brugnoli, portavoce del comitato di Tigullio Possibile (Partito Possibile) che aggiunge: “Ancora più assurda la posizione dei consiglieri di minoranza che invitano a “pause di riflessione” sperando in una prosecuzione dell’attuale governo cittadino, nonostante ci si trovi davanti ad una catastrofe senza precedenti nel Tigullio. A nostro parere il Comune di Lavagna necessita di essere commissariato subito per poter quanto prima ripulire tutto il marcio che c’è. L’avvento di un Commissario – conclude Brugnoli – non precluderebbe nulla sotto il profilo turistico e commerciale in previsione della stagione estiva. Anzi i cittadini e i turisti ne gioverebbero sia dal punto di vista dell’immagine che sotto l’aspetto della sicurezza. Basta con la politica che guarda a corto raggio, perdendo totalmente di vista e precludendo il futuro della città”.