Terreno conteso al Poggiolino, polemiche a Rapallo

Il Comune accetta una transazione economica per rinunciare alla proprietà. Capurro: “Un danno alla collettività: serve ad allargare il campo Gallotti e il Tribunale in primo grado ha già dato assegnato la proprietà pubblica”.

La rinuncia, da parte del Comune, ad una fetta di terreno in località Poggiolino è l’ultimo argomento di contrasto, a Rapallo. Secondo Armando Ezio Capurro, che ha scritto a sindaco e Corte dei Conti, la rinuncia, sebbene concordata una transazione economica con il privato, sarebbe un danno per il Comune, a sei anni distanza dalla sentenza di primo grado che stabiliva la proprietà comunale, dopo la contesa con il privato stesso, e a poco più di un mese dall’udienza di Appello, fissata per il 31 maggio. Inoltre, la competenza su una decisione di quel tipo sarebbe del consiglio e non della giunta comunale. Nel merito, la fetta di terreno sarebbe importante, per il Comune, per poter allargare il campo da calcio Gallotti, attualmente non regolamentare.