Tensioni a Rapallo sulla questione dei migranti

Il consigliere regionale Alessandro Puggioni

Torna ad intervenire Puggioni: “Il sindaco Bagnasco e l’assessore Maini hanno dimostrato di essere dalla parte di chi non li vuole, sbagliato aggredirli, anche verbalmente, come avvenuto sui social”.

Sul caso dell’arrivo dei migranti destinati a Rapallo dalla Prefettura, aggressioni verbali attraverso i social network sono giunte al sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco e all’assessore Arduino Maini, amministratore condominiale dei palazzi interessati dall’invio di una quindicina di persone. Sul tema, ancora una volta, interviene il consigliere regionale della Lega Nord Alessandro Puggioni, che dice: “Non è mai giusto utilizzare la violenza, ancorché solo verbale, per far valere le proprie idee ed opinioni.  Il sindaco e l’assessore Maini hanno dimostrato di essere dalla parte della cittadinanza che non vuole i migranti. Anche ieri ho partecipato ad un incontro con loro e gli inquilini dei condomini. Sono stato quindi informato che si sta studiando ogni possibilità per contrastare questa forzatura pazzesca. Se i residenti vogliono fare le barricate come avvenuto in Sicilia, a Goro e Gorino oppure in altre parti d’Italia, la Lega scenderà per prima in piazza a manifestare pacificamente insieme a loro”.

Sul tema delle possibili manifestazioni anti – arrivo di migranti, si scatena, dall’altra parte, Andrea Carannante, Pcl: “Con le loro politiche hanno privatizzato, tagliato servizi e impoverito le famiglie e adesso vogliono confondere le idee girando la colpa ai più poveri. Vogliono scatenare odio e ci riusciranno qualora provassero a fare qualche azione di forza, ma già sappiamo per certo che la loro propaganda è roba da tastiera, roba da consiglieri regionali pagati migliaia di euro con denaro pubblico”.