Tasso alcolemico da record per un quarantenne di Borzonasca

In entrambi i casi indagini dei carabinieri
In entrambi i casi indagini dei carabinieri

Provoca un incidente a Perlezzi e l’etilometro non lascia dubbi: patente ritirata e mezzo confiscato. Una ragazza di Maxena, invece, denunciata per ricettazione: utilizzava un telefonino rubato.

Un incidente, per fortuna senza feriti, è costato patente e macchina ad un uomo di 43 anni, di Borzonasca. Lunedì mattina era stato protagonista di un sinistro, alla guida del suo Pick Up, in località Perlezzi, in seguito al quale i carabinieri della stazione di Borzonasca gli hanno notificato, ieri mattina, una denuncia per guida in stato di ebbrezza, che comporta proprio il ritiro della patente ed il sequestro per confisca del veicolo: l’etilometro, del resto, aveva indicato un valore di alcol nel sangue di 4,02 grammi per litro, accertati al pronto soccorso del San Martino di Genova. Il valore è otto volte quello consentito dalla legge.

 

E’ stata invece denunciata per ricettazione una ragazza di 24 anni, residente a Maxena, frazione di Chiavari, perché i carabinieri della stazione di Lavagna, a seguito di accertamenti, hanno individuato che utilizzava un telefono cellulare rubato.