Tagli all’Asl 4, attacchi bipartisan all’assessore Claudio Montaldo

Anche Ezio Chiesa critico con Claudio Montaldo

Si scagliano contro l’assessore regionale alla salute i consiglieri del Pdl, ma anche quattro di maggioranza: Capurro, Chiesa, Benzi e Limoncini. Si ipotizza un taglio secco da sette milioni.

“L’assegnazione delle risorse finanziarie alle varie aziende sanitarie locali della Liguria approvata dalla giunta regionale purtroppo continua a non assicurare quelle risposte che il Tigullio e l’entroterra aspetta da troppo tempo”. Ad affermarlo non è, come si potrebbe immaginare, un consigliere di opposizione, ma quattro consiglieri regionali di maggioranza, autori di un comunicato congiunto sul tema: Armando Ezio Capurro, Ezio Chiesa, Alessandro Benzi e Marco Limoncini. “Il taglio di oltre sette milioni di euro – affermano i quattro – finisce inevitabilmente per penalizzare i servizi che la Asl 4 deve prestare”. Nel mirino dei quattro finisce l’assessore alla salute Claudio Montaldo, reo di “avere disatteso l’impegno di confrontarsi con i consiglieri regionali prima di procedere ai riparti”. Critiche arrivano ovviamente anche dall’opposizione: i consiglieri del Pdl Roberto Bagnasco, Gino Garibaldi e Franco Rocca parlano di “ennesima penalizzazione del Tigullio” e di “taglio inaccettabile”. “Invitiamo i consiglieri regionali eletti sul territorio – è la loro proposta – ad una battaglia al di fuori delle logiche di schieramento su questi temi essenziali”.