Tagli alla sanità, Bagnasco: “Tigullio gabbato”

La conferenza dei sindaci di ieri mattina

Il consigliere Roberto Bagnasco polemizza sulle affermazioni dell’assessore alla salute Montaldo, che in conferenza dei sindaci ha ribadito la volontà regionale di trasferire il centralino del 118 e ridurre l’apertura del primo intervento di Rapallo.

“Passata la festa delle elezioni amministrative gabbato lo santo, i cittadini del Tigullio”. Non ci sta il consigliere regionale Roberto Bagnasco ai sacrifici richiesti dall’assessore alla salute Claudio Montaldo durante la conferenza dei sindaci dell’Asl 4 riunita ieri a Chiavari, che ha ribadito la volontà di trasferire la centrale operativa del 118 a Genova e di ridurre l’orario del primo intervento dell’ospedale di Rapallo a 24 a 12 ore: “Solamente l’aver evidenziato molto superficialmente la necessità di dover rientrare di circa 3 milioni di euro è un fatto grave, una denuncia del genere avrebbe richiesto e richiede una puntualizzazione attenta e rigorosa. La proposta di recuperare 500 mila euro tagliando la centrale operativa del 118 e altri 300 mila euro dalla chiusura del notturno del primo intervento di Rapallo sono frutto di una totale mancanza di programmazione”. L’esponente del Pdl continua: “La chiusura del 118 penalizza una delle centrali che meglio funzionano, i cui costi/benefici sono molto positivi. Per quanto riguarda il primo intervento di Rapallo un fulmine a ciel sereno. Mi auguro che la conferenza dei sindaci che il presidente Levaggi sicuramente vorrà convocare per esprimere con un parere preciso come richiede la legge possa costituire per l’assessore regionale Montaldo e la giunta un momento di necessaria riflessione. Auspico anche che gli otto consiglieri regionali del Tigullio sappiano far sentire la loro voce nelle sedi competenti”.