“Sui migranti atteggiamento ondivago di Di Capua”

Parlano Colombo, Levaggi e Garibaldi

Nota del gruppo di “Noi di Chiavari”: “Ora serve una posizione chiara dopo tante dichiarazioni altalenanti”.

Dichiarazioni non omogenee sulla possibilità di adesione allo Sprar e la proposta, non andata a buon fine, di spostare all’Acquarone i migranti destinati all’appartamento di via Vinelli: sulla gestione della questione dei richiedenti asilo, il sindaco di Chiavari, Marco Di Capua, viene attaccato dai consiglieri di “Noi di Chiavari”, Roberto Levaggi, Daniela Colombo e Silvia Garibaldi: “Non ci spieghiamo – dicono – se non per motivi di opportunità personali, un atteggiamento così ondivago”. I tre citano il manifesto elettorale di Di Capua con la croce sulla foto di persone in stato di indigenza ed un post dell’attuale assessore Ratto che le 2016 scriveva “basta finti profughi, dichiariamo guerra agli islamici”. “Chiediamo al sindaco e alla maggioranza di prendere una posizione chiara e definita, una volta per tutte”, conclude la nota di Noi di Chiavari.