Sparatoria di Leivi, resta in carcere il 27enne albanese

L’uomo, arrestato ieri sera a Modena, si trova al momento dietro alle sbarre perché trovato in possesso di una pistola rubata. Anche l’auto era stata rubata. Si attendono riscontri per incriminarlo anche per la sparatoria.

Resta in stato di fermo il 27enne albanese arrestato ieri a Modena che potrebbe essere colui che ieri all’alba ha sparato a Leivi al 62enne Antonio Sanguineti. L’uomo resta in carcere perché la pistola che aveva con sé, una 357 Magnum, è risultata rubata in provincia di Firenze. Nella stessa zona era stata rubata anche l’auto, una Seicento, al volante della quale il 27enne è stato fermato a Modena. I carabinieri di Chiavari erano in cerca proprio dell’auto, fermata una prima volta dalla Guardia di Finanza a Carpi ed una seconda volta, in occasione dell’arresto, dalla polizia a Modena. I carabinieri sono ora in attesa di altri riscontri per poter incriminare l’uomo anche per la sparatoria di ieri mattina.