Sostegno al commercio e alle famiglie: le proposte di Civica

Al centro del dibatitto di Recco il sostegno a famiglia e imprese

“La decisione di istituire un fondo a sostegno delle locazioni commerciali ha incontrato il convinto apprezzamento da parte di Civica. Questa è una delle misure da noi proposte per mitigare gli effetti economici dell’emergenza in atto. Una cosa va detta con la necessaria chiarezza: visti gli importi e il numero delle locazioni commerciali, la somma che il sindaco ha dichiarato di voler stanziare (20 mila euro) non basterà per liquidare a tutti i richiedenti l’intero corrispettivo di un mese di affitto”. Sono le parole del capogruppo della lista di opposizione a Recco, Gian Luca Buccilli, che prosegue:

“Se vorrà attribuire un’effettiva consistenza a questo fondo, il sindaco dovrà  aumentarne la capienza con risorse che è possibile reperire all’interno del bilancio comunale. Un aiuto agli operatori  commerciali arriverà comunque dal decreto Rilancio, il quale per le locazioni commerciali prevede un credito d’imposta del 60%, (viene esteso ad aprile e maggio quello già introdotto dal decreto Liquidità). L’amministrazione ha condiviso altre nostre istanze, quali le agevolazioni in materia di Cosap e la possibilità di attivare con procedure semplificate le occupazioni di spazi pubblici per attività di somministrazione. Occorrerà verificare che queste non vadano a squalificare il paesaggio urbano o siano in contrasto con i diritti di altri esercizi commerciali ovvero con quelli dei residenti”. Buccilli preannuncia che in sede di Conferenza dei capigruppo, oltre alla sospensione del pagamento della Tari per tutto il 2020, chiederà di ridurre la quota variabile per le utenze non domestiche,  corrispondente a quanto altrimenti dovuto per i mesi di forzata inattività, e solleciterà il sindaco ad adottare misure adeguate a sostegno delle famiglie, anche in previsione del prossimo anno scolastico.