Sostegno a Giorgio Costa, polemica interna al Partito Democratico

Alessio Chiappe con Antonella Cerchi

Cinque iscritti al partito dichiarano il loro sostegno a Costa, ma il commissario Chiappe li smentisce: “Solo uno è iscritto e comunque parlano a titolo personale. Il PD deve ancora esprimersi”.

Si qualificano come iscritti al Partito Democratico ed invitano a votare, al ballottaggio di Rapallo, per Giorgio Costa. I cinque sono Agostino Pendola, Franca Besaccia, Maurizia Gregorio, Flavia Podestà e Rosalba Raschellà. “Conosciamo da tempo Giorgio Costa – affermano i cinque – e riteniamo che abbia le qualità per guidare la nostra città. Inoltre, in caso di una sua vittoria, tornerà in consiglio comunale Mariella Gerbi, che ha ben rappresentato il Partito Democratico nell’ultima legislatura”. Al veleno l’immediata replica del commissario del PD di Rapallo Alessio Chiappe. “Soltanto uno dei firmatari – dice – risulta attualmente iscritto al Partito Democratico. Alcuni tra gli altri firmatari, invece, hanno sottoscritto pubblicamente nelle scorse settimane lettere di invito al voto per la lista di Liguria Viva ed il candidato sindaco Giorgio Costa, ponendosi di fatto in una situazione di totale incompatibilità con lo status di iscritto del PD”. Chiappe ricorda inoltre come Mariella Gerbi sia stata espulsa dal partito dopo la decisione di candidarsi con Liguria Viva e bolla la presa di posizione dei cinque come “una loro opinione personale”. “Il PD – conclude Chiappe – esprimerà la propria posizione in merito al turno di ballottaggio congiuntamente alla propria candidata sindaco Antonella Cerchi e alle altre liste della coalizione di centrosinistra che l’hanno sostenuta”.