Sori dice basta ai contributi “a pioggia” e punta deciso sulle ecofeste

L'assessore Ilaria Bozzo
L’assessore Ilaria Bozzo

E’ stato modificato il regolamento per la concessione di contributi per l’organizzazione di manifestazioni turistiche e culturali: rispetto dell’ambiente, sostenibilità, attenzione ai giovani e qualità culturale ed artistica sono i critieri fondamentali.

Il Comune di Sori ha modificato il regolamento per la concessione di contributi ad enti pubblici e privati per l’organizzazione di manifestazioni turistiche e culturali. “I contributi non saranno più erogati “a pioggia”, ma saranno valutati in base ad una proposta progettuale che comprenda principi di educazione ambientale, sostenibilità, qualità culturale ed artistica, partecipazione popolare, inclusione sociale e valorizzazione delle tradizioni, tenendo conto del ruolo dei giovani”, spiega l’assessore Ilaria Bozzo, promotrice della novità. Requisiti da dichiarare sono l’uso di stoviglie biodegradabili, prodotti biologici o a Km 0, la previsione di una navetta per garantire una mobilità sostenibile, la partecipazione delle associazioni in opere di volontariato ed un’adeguata promozione dell’evento tramite i social network. Si punta dunque ad “ecofeste” anche per ridurre l’uso degli imballaggi in plastica e mantenere stabile, anche d’estate, la percentuale di raccolta differenziata.