Smart working alla Fincantieri, c’è l’accordo

Fincantieri
Lo stabilimento di Riva Trigoso

Raggiunta l’intesa tra azienda e sindacati con il quale 1950 lavoratrici e lavoratori dei cantieri e delle sedi di Fincantieri in tutta Italia avranno la possibilità di continuare ad accedere allo smart working, anche dopo la fase di emergenza Covid. L’accordo prevede una giornata a settimana estendibile a due per esigenze familiari, di salute e distanza casa-lavoro. “E’ un’intesa molto positiva perché concilia tempi di vita e lavoro e dimostra un ulteriore rilancio verso l’innovazione da parte dell’azienda che occupa in Liguria oltre 700 lavoratori”, spiega in una nota Alessandro Vella, segretario generale Fim Cisl Liguria. Soddisfazione anche da parte di Robertino Macchiavello Rsu Fim Cisl della sede di Fincantieri DMM Genova, presente alla trattativa come componente dell’esecutivo nazionale: “E’ stato importante aver inserito una percentuale molto alta di lavoratori, anche tramite investimenti per la dotazione informatica. Il coinvolgimento delle RSU tramite le commissioni di sito, permette inoltre un monitoraggio ed un percorso di partecipazione continuo”