Sinistra in Comune prende le distanze da Partecip@ttiva e dà vita a un soggetto autonomo

Sinistra in Comune: “Scelta non condivisa”

A Chiavari Sinistra in Comune prende le distanze dall’alleato Partecip@ttiva sulla scelta di appoggiare Marco Di Capua e annuncia di dare vita a un soggetto autonomo attivo nella vita politica.

Sinistra in Comune prende nettamente le distanze dall’alleato Partecip@ttiva che, dopo il mancato accesso al ballottaggio, ha scelto di appoggiare Marco Di Capua contro Roberto Levaggi. “In una riunione condivisa si era deciso di non appoggiare nessuno dei candidati passati al secondo turno – spiegano Maria Cristina Barzacchi di Sinistra Italiana e Matteo Brugnoli di Possibile – poi Partecip@ttiva, autonomamente, ha preso una decisione che non è la nostra: siamo equidistanti e lontani da entrambi i candidati”. E allora Sinistra in Comune annuncia che darà vita a un soggetto autonomo, attivo nella politica chiavarese, del quale a breve saranno forniti i contatti attraverso i quali associarsi. Presente stamattina anche un dissidente tra i candidati di Partecip@ttiva, Emilio Acacia, che ha spiegato di aver votato contro, insieme ad altri esponenti delle liste e del movimento, alla scelta, poi passata con netta maggioranza, di schierarsi con Di Capua.