Silenzio elettorale, domani si vota per i ballottaggi

Il palazzo comunale di Chiavari

Oltre 25mila gli aventi diritto a Chiavari, oltre 28mila quelli di Rapallo, ma al primo turno l’astensione era stata, rispettivamente, del 38 e del 43%.

Siamo arrivati, dunque, alla giornata di silenzio elettorale, prima dei ballottaggi che, domani e dopodomani, sanciranno l’elezione dei sindaci di Chiavari e Rapallo. Ieri sera, feste di conclusione della campagna elettorale aperte al pubblico per Agostino, Levaggi e Giorgio Costa, incontro con candidati e sostenitori delle proprie liste per Mentore Campodonico. A Chiavari, gli aventi diritto al voto sono 25.101, ripartiti su 29 sezioni, e chiamati a scegliere tra Vittorio Agostino e Roberto Levaggi. Al primo turno, il sindaco uscente aveva ottenuto 4.996 voti, pari al 33,2%, e lo sfidante era stato scelto da 4.179 elettori, pari al 27,77%. Si deve fare i conti con l’astensionismo, visto che aveva votato il 62% degli elettori. Situazione molto simile a Rapallo, dove i due candidati sono usciti dal primo turno separati da 840 voti: 5.801, pari al 37,82% per Campodonico, 4.961, pari al 32,34%, per Costa. L’affluenza si era fermata a ridosso del 57%.
Le urne saranno nuovamente aperte, domani, dalle 8 alle 22, e lunedì dalle 7 alle 15.