Si finge dipendente dell’Asl e deruba 90enne: è caccia alla donna

Anziana truffata a Lavagna, indaga la polizia

Il fatto è successo a Lavagna, bottino gioielli e monili per un valore ancora da quantificare. Indaga il commissariato di polizia, si confida in qualche vicino o nelle immagini delle telecamere.

E’ accusata di rapina, e di tale reato dovrà rispondere se e quando sarà identificata, la donna che si è introdotta nell’appartamento di una 90enne di Lavagna per derubarla. La truffatrice ha avvicinato l’anziana qualificandosi come una dipendente dell’Asl che doveva consegnarle un premio. Una volta in casa ha mostrato un portagioie, poi ha sfilato dalle dita della 90enne alcuni anelli per riporli all’interno dello stesso. Non contenta, ha anche sfilato una collanina dal collo dell’anziana e poi ha iniziato a girovagare per l’appartamento alla ricerca di altri monili. La 90enne, che ha qualche problema di deambulazione, ha capito che qualcosa non andava ed ha provato a rivolgersi ai vicini, che però erano assenti. La ladra ha lasciato l’abitazione solo quando è suonato il campanello: dall’altra parte c’era la figlia, in visita alla madre. La truffatrice si è dileguata molto velocemente, l’anziana derubata ha detto agli agenti del commissariato di polizia arrivati sul posto che era italiana e dimostrata un’età compresa fra i 50 ed i 60 anni. La figlia ha visto solo di sfuggita la donna e quindi non è stata in grado di aggiungere altri particolari. La polizia spero ora nella testimonianza di qualche vicino o nelle immagini di eventuali telecamere presenti in zona per riuscire ad identificare la ladra.