Si dovrà attendere qualche giorno per l’arrivo del commissario prefettizio a Lavagna

La maggioranza riunita per le dimissioni
La maggioranza riunita ieri per le dimissioni

Oggi in città i presìdi del Pd e del deputato Luca Pastorino. I commenti: i Giovani Democratici auspicano un impegno trasversale contro la criminalità, a Sestri Levante, in chiave trasparenza, Armanino chiede due preventivi per ogni lavoro da assegnare.

 

Dovrà passare, verosimilmente, qualche giorno, prima della nomina del commissario prefettizio incaricato di reggere le sorti del Comune di Lavagna, sino alle elezioni che si svolgeranno, a questo punto, la prossima primavera, insieme a Chiavari, Cicagna e pure Genova. Come noto, ieri, tutti i consiglieri di maggioranza, dieci in tutto, si sono dimessi, con un atto congiunto firmato davanti alla segretaria generale, Stefania Caviglia, a seguito della famosa indagine “Conti di Lavagna” che ha riguardato, in particolare, il sindaco, Giuseppe Sanguineti, tuttora agli arresti domiciliari. Con le dimissioni di più della metà dei consiglieri, risultano immediatamente decaduti il sindaco e tutto il consiglio comunale. Il fatto, però, si è consumato nel giorno di San Giovanni, festivo per Genova, ed ora si è entrati nel week end. Le comunicazioni decisive tra Prefettura di Genova e ministero dell’Interno, quindi, non si avranno prima di lunedì e per questo l’insediamento del commissario potrebbe arrivare martedì o mercoledì.

Intanto, la vicenda di Lavagna non manca di suscitare commenti. Oggi si svolgono i presidi del Partito Democratico e del deputato di “Possibile” Luca Pastorino. “Fatti così gravi comportano la costante mortificazione del sentimento di appartenenza del cittadino ad una collettività”, recita la nota diffusa da Sinistra Ecologia e Libertà, mentre i Giovani Democratici auspicano un “impegno trasversale di tutte le forze civiche e politiche per mantenere alta l’attenzione sul fenomeno criminale e sul rischio di infiltrazioni mafiose”. Il consigliere comunale uscente Andrea Giorgi rivendica gli esposti presentati in questi due anni pensa al futuro: “Il mio contributo e la mia assiduità sono garantiti”, dice. In tema di trasparenza, a Sestri Levante, il consigliere comunale leghista Albino Armanino, sottolinea di aver chiesto “durante l’ultimo consiglio comunale, che venisse attuata una direttiva della autorità anticorruzione, secondo la quale, anche per lavori sotto i 40mila euro, è conveniente richiedere almeno due preventivi”.