“Sì alla Provincia dei Parchi”, la minoranza sestrese fa fronte comune

I consiglieri Gueglio, Bordero e Scartabelli

Minoranza unita a Sestri contro l’ingresso nella Città metropolitana: “Non vogliamo finire come un suburbio di Genova, non vogliamo perdere la nostra autonomia: una Provincia dei Parchi unica speranza per il futuro del Tigullio”.

La minoranza di Sestri Levante dice no all’ingesso nella Città metropolitana e lo fa con una proposta condivisa (Pdl, Sinistra Unita per Sestri e Segesta Domani) che i gruppi intendono sottoporre al sindaco nel prossimo consiglio comunale: “Siamo contrari all’ingresso di Sestri Levante nella Città metropolitana, che comporterebbe perdita di autonomia. Non vogliamo finire come un suburbio di Genova – commenta Gianteo Bordero, capogruppo del Pdl – . Preferiamo entrare nella Provincia dei Parchi, una “Provincia della bellezza” che per noi avrebbe un impatto molto più positivo, sia per quanto riguarda il turismo, sia per quanto concerne il nostro futuro sviluppo. Con Genova ci sono troppe differenze, è una città in decadenza e noi non vogliamo decadere con lei. Presenteremo una risoluzione affinché, sulla scia di quanto già espresso a luglio all’unanimità, il consiglio comunale adotti questa posizione”.