Si aggrava la posizione del 49enne di Sori accusato di essere un piromane

L'uomo è finito nel mirino della Forestale
L’uomo è finito nel mirino della Forestale

L’uomo la scorsa estate era stato accusato per oltre dieci incendi divampati negli ultimi anni a Sori. Ieri c’è stata una lunga perquisizione a suo carico, trovate anche armi bianche, munizioni, parti di armi da sparo ed una rivoltella.

Si aggrava la posizione del 49enne di Sori che la scorsa estate era stato identificato dalla Forestale come il probabile responsabile di oltre una decina di incendi avvenuti sulle alture di Sori, ed in particolare nella zona di San Bartolomeo e Sant’Apollinare, nel 2015 e negli anni precedenti. Ieri la Forestale ha eseguito una perquisizione a carico del 49enne, che ha riguardato persona, abitazione, pertinenze e veicoli. Un’operazione meticolosa, durata oltre dieci ore, che ha portato alla luce materiali giudicati utili per le indagini e quindi sequestrati. Sono stati effettuati anche diversi campionamenti di prodotti combustibili, destinati ad essere inviati a laboratori di analisi per la loro precisa tipizzazione. Ma c’è di più, perché nel corso della perquisizione sono state anche trovate armi bianche, munizioni, parti di armi da sparo ed una rivoltella. Materiale che è stato posto sotto sequestro.