Sestri, polemiche su Villa Fontane

Villa Fonane frana, evacuate sei abitazioni
Villa Fonane frana, evacuate sei abitazioni

Marco Conti: “La situazione era nota. Perché non si è intervenuti?”. Albino Armanino: “Svincolare fondi dal Patto di stabilità”. Domani sopralluogo sulla fana con sindaco e Regione.

Dopo lo sgombero di sei civici nella zona di Villa Fontane, a Sestri Levante, a causa della frana che minaccia il costone sul quale le case posano, non mancano le polemiche. Marco Conti, Pdl, ha presentato una interrogazione, in vista del prossimo consiglio comunale, chiedendo quali interventi siano stati attuati negli ultimi dieci anni, visto che, come riporta: “La cartografia della Provincia di Genova sulle zone ad alto rischio di dissesto inserisce da tempo tutta la zona di Villa Fontane, quindi la problematica era conosciuta sia a livello di amministrazione provinciale che comunale”. “In questi ultimi anni – riprende Conti – la realizzazione di abitazioni, o la loro ristrutturazione, in queste aree a rischio non è stata accompagnata da una politica di prevenzione e manutenzione del suolo”. Anche Albino Armanino, consigliere del gruppo “Futuro per Sestri”, è critico, e chiede all’amministrazione, con un’altra interrogazione, di avviare le procedure per “ottenere l’esonero dai vincoli del Patto di stabilità interno per le spese sostenute per contrastare gli eventi calamitosi e sostenere azioni di prevenzione dal dissesto idrogeologico”. Ricordiamo che, domattina, è previsto un sopralluogo sul posto con l’assessore regionale alla Protezione civile, Renata Briano, accompagnata dal sindaco, Valentina Ghio. Conti fa sapere che sarà sul posto con i consiglieri regionali di minoranza Garibaldi e Bagnasco.