Sestri Levante è una “Città che legge”

biblioteca
La Biblioteca del Mare di Riva Trigoso

La località del Tigullio ha ricevuto l’importante qualifica dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Il Comune di Sestri Levante ha ricevuto l’importante riconoscimento di “Città che legge”. Una qualifica attribuita dal Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’Anci e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Tra le caratteristiche richieste per l’ottenimento dello status di “Città che legge” sono incluse la presenza di biblioteche e librerie, l’organizzazione di eventi e attività a tema lettura, la realizzazione di fiere a tema, la creazione di legami tra il settore pubblico e associazioni per la creazione e la gestione di eventi. “Una serie di caratteristiche che Sestri Levante rispecchia in pieno” commenta Marcello Massucco, amministratore di Mediaterraneo Servizi “due biblioteche cittadine che contano oltre 2.400 tessere di iscrizione, presentazioni ed eventi che hanno luogo nel corso dell’intero anno, una fiera dedicata al mondo dell’editoria locale e nazionale, l’associazione A.Bi.Ci., Amici della Biblioteca Civica, nata con l’inaugurazione della Biblioteca del Mare, che fornisce un importante supporto nella gestione delle biblioteche ed è particolarmente attiva nell’organizzazione di eventi. “L’amministrazione sostiene la vocazione naturale per la lettura della città che ha creato e fatto crescere da oltre 50 anni il Premio Andersen, unico premio nazionale e internazionale dedicato alla fiaba inedita, che fa della lettura la sua caratteristica principale” aggiunge l’assessore alla cultura Maria Elisa Bixio.