Sestri Levante, dalla tassa di soggiorno quasi 300mila euro

Valentina Ghio
Il sindaco Valentina Ghio

Il sindaco Valentina Ghio traccia il bilancio del primo anno di imposta: reinvestita in primo luogo nell’ufficio Iat ma anche per la navetta estiva e le decorazioni natalizie.

E’ stato di 284mila euro l’incasso complessivo dell’Imposta di Soggiorno, entrata in vigore a marzo, a Sestri Levante, secondo quanto riferito dal sindaco, Valentina Ghio, ieri, alla riunione della Conferenza del Turismo cittadina. La cifra viene giudicata superiore alle aspettative, “in una annata – sottolinea Ghio – che ha visto diversi cambiamenti nei trend turistici generali e che, in particolare per la nostra Regione, ha sofferto le difficoltà logistiche derivate dalla tragedia del ponte Morandi”. I proventi sono stati utilizzati in via prioritaria per garantire l’apertura dell’ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica, che è stato aperto per l’intero anno per 49 ore settimanali. La seconda voce di spesa è stata la stampa dei materiali informativi e promozionali, la terza la presenza alle fiere promozionali. Le disponibilità economiche residue sono andate per la navetta estiva per le spiagge, la realizzazione di eventi nuovi, la realizzazione di nuovi educational con giornalisti internazionali e blog tour, il sostegno all’associazione Sentieri a Levante e il potenziamento delle decorazioni natalizie: “Anche il 40% dei proventi dell’Imposta di Soggiorno che poteva essere utilizzato dall’Amministrazione Comunale in autonomia è stato sostanzialmente destinato a interventi condivisi con la Conferenza del Turismo”, conclude Ghio.