Servizi sociali, Valeria Leoni: “L’assessore Maggio non ha un’idea propria”

Valeria Leoni, capogruppo di minoranza

L’ex assessore ai servizi sociali rivendica il lavoro portato a termine negli anni dell’amministrazione di Vittorio Agostino e critica l’attuale assessore: “Cita solo cose già fatte”.

Valeria Leoni, capogruppo in consiglio comunale di “Uomini e Città”, difende e rivendica il lavoro effettuato a Chiavari quando era assessore con Vittorio Agostino. E lo fa in risposta ad alcune dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’attuale assessore Fiammetta Maggio. “La Carta dei Servizi Sociali del Comune di Chiavari – ricorda Leoni – è stata realizzata dalla precedente Amministrazione in modo informatizzato e divisa in 6 colori, uno per ogni area di assistenza”. A favore dei cittadini non vedenti, sottolinea inoltre l’ex assessore, “sono state realizzate le mappe tattili nella sede dei Servizi Sociali di Piazzale San Francesco”. Valeria Leoni inoltre imputa all’attuale assessore di aver abolito le terapie con gli animali per gli anziani e di aver eliminato la valutazione psicologica per i minori in attesa di tornare alla famiglia di origine, oppure di essere affidati ad una diversa famiglia o ad una comunità. “L’unica cosa che l’assessore sa fare – conclude il consigliere comunale – è citare cose già fatte o sospendere servizi estremamente utili per i cittadini senza avere un’idea propria”.