Seimila le presenze stimate alla 35^ Expo Fontanabuona

Ieri all’Expo anche il mercatino della Val Graveglia

La manifestazione si è chiusa ieri sera. Ferrara: “Pensiamo al 2020. Decisivo il recupero del padiglione geodetico”.

Sono seimila le presenze stimate dagli organizzatori dell’agenzia di sviluppo Gal Genovese per i quattro giorni della 35^ Expo Fontanabuona, che si è chiusa, ieri sera, con il concerto di “Cance”. Si dice soddisfatta la presidente del Gal Genovese Alessandra Ferrara, che pensa già al prossimo anno: «Abbiamo un forte sostegno dalle istituzioni – il suo commento – e, come indicato dalla Città metropolitana, contiamo di avere a disposizione il padiglione “geodetico”, che verrà risistemato: questo consentirà di raddoppiare quasi gli espositori e quindi di programmare una fiera più grande. Il finanziamento da parte della Regione Liguria mi sembra sia un meccanismo ormai rodato e quindi credo che al futuro si possa guardare con ottimismo». Al Gal Genovese si pensa anche alla possibilità di inserire alcune novità per l’edizione 2020:«Si potrebbe ragionare, intanto, di un lieve spostamento della data, di una o due settimane, per rimanere, comunque, prima dell’inizio delle scuole», anticipa Ferrara.